Consigli utili per assemblare i nostri mobili

Le lasciamo alcuni consigli per assemblare i nostri mobili in modo facile e veloce.

  • 1. Acquistare un cacciavite elettrico con punte sostituibili
    I nostri mobili sono dotati dei strumenti per montarli, ma un cacciavite elettrico economico con pezzi intercambiabili può aiutare molto. È preferibile acquistare uno più normale rispetto a uno ad alta resistenza, poiché in questo modo non si danneggerà il truciolato. È anche uno strumento utile che puoi avere a casa.

  • 2. Utilizzare un martello di gomma
    Un martello di metallo può danneggiare i fori che già porta sul truciolato, quindi un martello di gomma può aiutarle a distribuire la forza in modo più uniforme e tenere uniti i pezzi di legno quando inserisce i tasselli. Idealmente, il tacco dovrebbe essere bianco per evitare di lasciare segni di un altro colore sui mobili..

  • 3. Separare e contare i pezzi
    Prima di iniziare a montare i mobili, le consigliamo di separare le viti e le pezzi e di verificare che tutto sia lì, altrimenti contattici prima di montarlo. Se il mobile ha il vetro, Lei deve essere estremamente attento con questo pezzo.

  • 4. Legga le istruzioni
    Le istruzioni fornite con i mobili sono molto visuali, ma Lei deve leggerle e seguire le istruzioni passo dopo passo.

  • 5. Preparare, pianificare e liberare lo spazio
    È importante assicurarsi di avere abbastanza spazio per montare tutto. È meglio fare il lavoro in una stanza spaziosa per evitare di finire in una posizione scomoda. È utile aggiungere la dimensione del pacchetto x 2 (per quando lo si apre) più lo spazio necessario per spostarsi facilmente. Assicurarsi che, una volta assemblato, sia possibile rimuoverlo dalla stanza per posizionarlo nel luogo prescelto.


Come prendersi cura della pelle sintetica del suo divano e delle sue sedie

La pelle sintetica o similpelle è un materiale artificiale che imita l'aspetto della pelle. La similpelle è realizzata con fibre sintetiche come il poliestere ricoperte da uno o più strati di polimero (la maggior parte delle volte la poliammide e, in misura minore, PVC) per induzione, rivestimento o incollaggio, per conferirgli un aspetto difficile da distinguere dalla vera pelle a prima vista ma il cui costo è molto più basso della vera pelle. Questo materiale presenta caratteristiche di elevata elasticità, resistenza all'uso, graffi, abrasioni e una adeguata micro-poriosità. Esistono dei diversi tipi di similpelle come l'imitazione di pelle, l'aspetto metallico, l'imitazione della pelle dei animali, degli altri elastici, ecc.

  • Pulizia e manutenzione della similpelle
    La maggior parte delle macchie esce con un panno umido con sapone, cotone idrofilo con struccante o pietra argillosa.

  • Il nostro consiglio per una corretta manutenzione è:
    - Passare un panno in microfibra leggermente inumidito con acqua tiepida sulla superficie del divano o della poltrona ogni settimana. L'ideale è avere un panno dedicato solo alla pulizia di divani, sedie e poltrone.
    - Agire immediatamente sulle macchie per evitare i danni importanti al materiale.
    - Per le macchie di inchiostro a penna, utilizzare un panno inumidito con acqua calda e un po 'di alcool.
    - Per le macchie di inchiostro o se qualche indumento si sbiadisce sopra la similpelle, utilizzare cotone con la latte detergente struccante e l'alcool a 90º o aceto bianco.
    - Nel caso in cui le macchie siano di pomodoro, cioccolato, bibite, la soluzione migliore è utilizzare un detergente con PH neutro.
    In ogni caso, è imprescindibile asciugare la superficie che viene pulita, evitando così future crepe o macchie di umidità che sciupano le nostre sedi.

  • Cose da evitare:
    - Non deve strofinare o graffiare con forza il divano in pelle sintetica. Deve fare attenzione alle spugne abrasive.
    - Non deve usare mai i solventi con cloro, l'alcool, i detergenti per vetri o l'aerosol.
    - Non deve applicare i bitumi, le cere o i prodotti con contenuto chimico.
    - Non deve asciugare mai al sole.

    Per quanto riguarda l'uso di schiuma secca ci sono dei diversi criteri. Alcuni professionisti lo difendono che è possibile e degli altri dicono di evitarlo.


Pulire i tavoli di vetro

Uno dei mobili più usati nelle nostre case è il tavolo da pranzo, che lo rende speciale e indispensabile per le nostre esigenze e la nostra vita quotidiana. I tavoli in vetro in generale diventano una bellissima alternativa alla decorazione, oltre a offrire una superficie fresca ed elegante.

La pulizia dei tavoli di vetro è un'attività quotidiana che può diventare un po' opprimente poiché sono facilmente contrassegnabili semplicemente mettendo la mano, lasciando un bicchiere, ecc. Ad ogni modo, sono così belli che vale la pena fare un piccolo sforzo per distinguerli.

Nel mercato Lei troverà un gran numero dei prodotti chimici per pulire il vetro. Nel caso in cui Lei decide su questa opzione, ricordi che è importante usare un panno privo di lanugine, sarà anche molto buono usare il giornale, poiché trascina lo sporco e non lascia segni.

Nel caso in cui Lei desidera utilizzare dei prodotti più naturali, fatti in casa ed economici, ci sono due prodotti molto adatti per pulire il vetro: aceto e alcool:

L'aceto

L'aceto ha il vantaggio di essere accessibile, pratico, non genera delle allergie, non è tossico e Lei non ha bisogno dei guanti per usarlo perché non danneggia la pelle. L'aceto diluisce lo sporco e lo fa senza danneggiare le superfici in vetro. Per fare un detergente per vetri con aceto, Lei ha solo bisogno di un contenitore vuoto con aerosol e mescolare una tazza d'acqua e l'altra di aceto. Quindi spruzzare direttamente sul vetro e pulire con un panno asciutto e privo di lanugine. Per ammorbidirlo, Lei può aggiungere alcune gocce di oli essenziali alla preparazione. Può scegliere tra diversi aromi: limone, menta, rosa, lavanda, pino, ecc.

L'alcol

Agisce come detergente di evaporazione, quindi non lascia alcun liquido sospeso nell'aria. Per preparare un detergente per la casa con l'alcool Lei deve mescolare, in una bottiglia con aerosol, 1/3 di alcool, 1/3 di aceto e 1/3 di acqua e mescolare bene. Può usare direttamente la miscela sul tavolo di vetro. Se vuole aromatizzarlo, ricordi che può usare oli essenziali.



Fiori perfetti per le nostre fioriere e mini giardini

Non tutti possono godere di un giardino a casa, ma molti appartamenti e case hanno un balcone o una terrazza che, nelle dimensioni minori, possono raddoppiare come un giardino e allo stesso tempo le piante servono come decorazione. La parte più complicata di questo compito di solito non è prenderci cura delle piante sul nostro balcone, ma piuttosto il fatto di sceglierle correttamente in base alle caratteristiche della terrazza o del balcone. Ed è che non tutte le piante resistono allo stesso modo al sole o alla mancanza di sole, alcune possono resistere più a lungo senza acqua degli altre, ecc. Per aiutarle di scegliere correttamente le diamo alcuni consigli.

  • Balconi molto soleggiati
    Nel caso in cui il suo balcone riceva il sole diretto durante gran parte della giornata, Lei dovrà scegliere le piante che richiedono luce e resistono bene al calore. Alcuni dei quali è possibile scegliere sono:
    - Gerani:Lei può metterli sospesi nelle nostre fioriere da balcone.
    - Petunie: devono essere protette dal vento, meglio in una fioriera sospesa sul muro.
    - Tulipani:Lei può combinare i diversi colori e ottenere un buon risultato.
    - Rose: ci sono rose rampicanti che possono essere posizionate in mini giardini.

  • Balconi all'ombra
    Se il suo balcone o la sua terrazza non sono esposti al sole, le piante e i fiori che fungeranno da decorazione possono essere:
    - Begonie: Lei può combinare diversi colori di in piccole fioriere e posizionarle sulla ringhiera o sui davanzali.
    Impatiens walleriana: dovrebbero sempre essere riparate dai venti freddi.
    Camèlie: richiede umidità e ventilazione, meglio i mini giardini.

  • Balconi con sole e ombra
    Per quei balconi che ricevono il sole durante una parte del giorno e l'ombra durante il riposo, è conveniente decorarli con piante come:
    - Ortensie: si consiglia di proteggerlo dal sole pomeridiano e dai venti più freddi.
    - Campanule: deve essere posizionata sul lato est della terrazza; cioè quello che ha il sole al mattino.
    - Fuchsie: le fioriere sospese sulle ringhiere del balcone sono spettacolari.
    - Alloro: possiamo anche scegliere questo cespuglio che in seguito ci servirà in cucina. Dobbiamo proteggerlo dai venti freddi e asciutti, consigliamo il mini giardino pieghevole.

  • Pianti ampicanti per fioriere a una tasca a parete
    - Bignonie
    - Bougainvillee
    - Salvia verbenaca
    - Edera
    - Jasmine
    - Tecome


  • Balconi molto soleggiati
    Aromatico e culinario per i mini giardini
    Un'altra opzione per decorare il nostro balcone sono le piante aromatiche che di solito si adattano molto bene a tutti i tipi di condizioni e, inoltre, ci delizieranno con il loro odore e possiamo usarle in cucina.
    - Basilico
    - Mentastro verde
    - Lavanda
    - Menta
    - Origano
    - Prezzemolo
    - Romero
    - Salvia
    - Timo